Storia

Numerose procedure sono state descritte riguardo agli impianti orali, considerando le tecniche subperiostee, endossee e sottomucose.Tutte sono state fortemente sostenute da gruppi di entusiasti sostenitori, ma hanno mostrato di possedere un solo elemento in comune il fallimento.Un reale progresso in questa disciplina Ŕ avvenuto grazie al grande contributo dato da Brßnemark "l'osteointegrazione".Tutti i moderni impianti sono fondati su questo principio ora universalmente accettato.
 
 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

Osteointegrazione

╚ la diretta interazione tra osso e superficie dell'impianto, per cui con tale modalitÓ Ŕ possibile osservare al microscopio elettronico la proliferazione degli osteoblasti attorno alla superficie implantare. Inoltre una stretta connessione fibro/epiteliale tra gengiva e impianto al di sopra della cresta ossea viene considerata essenziale.Infine Ŕ da sottolineare che l'impianto deve essere progettato in modo tale da resistere alla rimozione e dissipare parimenti le forze occlusali.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

Tipologie di impianti

Esiste un'ampia gamma. I materiali sono il titanio puro o il titanio rivestito da idrossiapatite.La bioceramica o l'oro sono meno impiegati.Possono essere inseriti con tecnica transmucosa o in due fasi (vedi sotto).

Indicazioni

In bocche edentule inadatte a trattenere una protesi convenzionale, in bocche parzialmente edentule destinate a pilastri di ponti, nella sostituzione di singoli elementi dentari anteriori e per protesi maxillo-facciali in pazienti con pregresso trauma o trattati chirurgicamente per cancro orale.Se gli impianti permangono per i primi 2 anni Ŕ stimato un tasso di successo del 98% con importante miglioramento di tutti i parametri funzionali.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

Tecniche

La progettazione implantare congiunta tra chirurgo e protesista Ŕ di fondamentale importanza per il successo.Andrebbero simulate le modificazioni protesiche, dovrebbe essere sempre raggiunto un rapporto occlusale bilanciato ed Ŕ indispensabile un elevato standard di igiene orale. Il procedimento chirurgico Ŕ fortemente correlato alla tipologia di apparecchiatura impiegata ed il chirurgo necessita di una certa pratica nella particolare tecnica implantare applicata.
In genere questa prevede:

(a) Inserimento della fixture.Viene allestito un lembo muco-gengivale, che Ŕ ribaltato lingualmente e viene preparato nel sito osseo un "invito" per l'impianto, utilizzando apposite frese.Il sito di accesso Ŕ in genere svasato, e in relazione al tipo di impianto questo viene semplicemente infilato oppure avvitato se il sito di recepimento Ŕ filettato.Negli impianti bifasici, gli impianti vengono coperti dal lembo al termine dell'intervento.╚ utile, nel caso in cui debbano essere inseriti molti impianti multipli, avere un indicatore di direzione per seguire il corretto parallelismo degli impianti.Il surriscaldamento osseo deve essere evitato mediante una costante irrigazione.Nelle procedure chirurgiche bifasiche viene raccomandato un periodo di guarigione di almeno 4 mesi nella mandibola e di 6 mesi nel mascellare superiore.Nelle procedure chirurgiche monofasiche pu˛ essere adattata entro le 2 settimane una barra di connessione, ma i carichi vanno comunque evitati per almeno 4-6 mesi.

(b) Nelle procedure chirurgiche bifasiche, l'abutment di connessione viene esposto mediante un'incisione condotta lungo il contorno dell'impianto, viene rimossa la vite di guarigione e inserito l'abutment.Viene generalmente impiegato impacco chirurgico; le fasi protesiche inizieranno dopo circa 2 settimane dalla connessione dell'abutment.

 

Clicca per ingrandire

 

Clicca per ingrandire

Rigenerativa ossea perimplantare

I principi di GTR possono essere applicati per stimolare la formazione di osso intorno agli impianti osteointegrati sia in termini di aumento in altezza che volumetrico, o per ricoprire un sito esposto dell'impianto.

 

 

Per ulteriori informazioni riguardo l'Implantologia, consultare il sito:

 

 

Testi tratti da: Manuale Oxford di Odontoiatria Clinica - Centro Scientifico Editore
Immagini tratte da: Sistema Implantoprotesico Prodent - Protocollo Chirurgico - Prodent Italia

[ Home ] [ Pronto Soccorso ] [ Implantologia ] [ Parodontologia ]
[
Protesi ] [ Ortodonzia Infantile ] [ Studi Medici Affiliati ] [ Contatti ]